DIARREA ACUTA,DIARREA CRONICA

Può aversi aumento del peso delle feci (oltre 200-250 gr. nelle 24 ore) per aumento del contenuto liquido, con aumentata frequenza delle evacuazioni (più di 2 al dì).

La diarrea è un sintomo, non una malattia e può presentarsi insieme ad altri sintomi, come:

  • Dolore addominale
  • Dolore al pube o al retto (tenesmo)
  • Urgenza a defecare
  • Fastidio intorno all’ano (fastidio perianale)

La mucosa intestinale svolge funzioni di assorbimento e di secrezione di liquidi e di elettroliti.
Malattie causa di diarrea acuta: colite ischemica, infiammazione dei diverticoli (diverticolite), infezioni fungine, infezioni virali, batteriche, parassitarie.
Cause di diarrea cronica: abuso di lassativi, alcolismo, intossicazioni da metalli pesanti, tumori del colon (adenoma villoso, cancro) e altro.

Per la diagnosi della diarrea lo specialista Gastroenterologo raccoglierà i dati clinici del paziente (anamnesi), lo visiterà (esame clinico), disporrà l’esame delle feci, esami ematochimici e indagini strumentali.

La diarrea acuta dura da non più di 3 settimane. La diarrea cronica se dura da più di 3 settimane.

La maggioranza dei casi di diarrea acuta ha genesi infettiva o tossinfettiva, oppure intossicazione da metalli pesanti, oppure cattiva irrorazione arteriosa dell’intestino (ischemia intestinale).

Esami strumentali: la colonscopia è l’esame più appropriato per lo studio della mucosa colon; le biopsie mirate serviranno per diagnosticare una colite ulcerativa, un’ileite di Crohn, una colite amebica, una colite microscopica, una colite collagenosica; si visualizza una diverticolite, la presenza di neoplasie, di melanosi; anche la gastroscopia (esofagogastroduodenoscopia) con biopsie serve a diagnosticare il morbo di Crohn, la giardiasi, la celiachia, la gastroenterite eosinofila, il morbo di Whipple.

Esami radiologici: il clisma del tenue o il tenue seriato indagano l’intestino tenue; il clisma opaco a doppio contrasto valuta il colon. Ma questi esami radiologici, eseguiti con l’introduzione del mezzo di contrasto, non permettono di visualizzare la mucosa dei visceri né di effettuare prelievi bioptici.

La colonscopia virtuale (TAC spirale) è una metodica radiologica non invasiva, cioè si effettua senza introdurre l’endoscopio nei visceri, eseguendo prima la preparazione intestinale con lassativi catartici, ma non è ancora del tutto attendibile.

La terapia della diarrea è quella della malattia che causa questo sintomo.
La terapia della diarrea può prevedere anche:

    • Una dieta priva di scorie, con molti zuccheri (iperglicidica), con molte proteine (iperproteica), con pochi lipidi (ipolipidica), eliminazione di latte e derivati.

      Supporti dietetici, che sono importanti in casi di diarre gravi

    • Correzione degli squilibri idro-elettrolitici e della disidratazione, quando necessario